martedì 13 aprile 2010

Ti voglio star vicino vicino...

7 commenti:

  1. Troooppo bello anche questo!
    Sai Chiara, il soggetto di questo tagliere mi ha fatto sorridere:) Quel gatto sono io, e quel orsacchiotto è il mio marito che vuole starmi sempre viciiino viciiiino... e a volte mi tiene il musetto perche mi interesso troppo delle libellule... :)
    Ma gli voglio tanto bene lo stesso!:)
    Ma dove li trovi tutti questi soggetti simpaticissimi Chiara? Sono tutti di tua fantasia?

    RispondiElimina
  2. carissima Svi, che bella coppia dovete essere,tu e tuo marito!
    Quando mi invento un tagliere,mi piace creare una specie di "scenetta"...qualcosa che faccia capire che un'azione sta per compiersi...oppure suggerire a chi guarda che i miei personaggi stanno per fare qualcosa.
    Questo strappa un sorriso e rende meno statica la composizione.
    Poi cerco il soggetto giusto...ora in internet,ma prima su riviste di animali e libri..
    Meglio copiare da una foto...la memoria a volte non basta e la differenza nel risultato si vede!
    Un abbraccio...

    RispondiElimina
  3. Davvero bello questo dipinto,...con tanti particolari, come il baverino di pizzo del peluche, troppo simpatico!

    RispondiElimina
  4. Chiara... tus obras son magnificas!! felicitaciones!! un abrazo http://pintarmatiz.blogspot.com

    RispondiElimina
  5. ciao Chiara, ti chiedo un consiglio: ho bisogno di un libro o qualcosa che mi aiuti a dipingere meglio ad acquerello i capelli...forse è stupido, ma per me è un pò complicato...soprattutto quando il soggetto è vicino e devo renderli in modo realistico. Con olio e acrilico no problem...ma con l'acquerello???sai consigliarmi qualcosa?
    saluti e torna presto!!!

    RispondiElimina
  6. carissima Milena,non ho libri da consigliarti, ma ti posso dire come faccio io,specie per dare l'effetto lucentezza...uso la maschera liquida per acquerello nelle zone lucide del capello.
    La gomma "risparmia" il bianco del foglio (la uso anche negli occhi per i colpi di luce e l'effetto umido) che poi posso lavorare con poco colore e con pennelli sottilissimi.
    Raggiungi il colore dei capelli piano piano,stendendo sempre il colore seguendo l'onda dei capelli e dividendoli pian piano in ciocche.Non è facile,ma l'effetto finale determina il buon risultato del lavoro.
    Spero di essere riuscita a spiegarmi..grazie della simpatia!

    RispondiElimina
  7. ti ringrazio sei stata gentilissima!

    RispondiElimina

 
Free Hit Counter